Il Blog

All’orizzonte del mare di Trapani puoi ammirare un imponente castello galleggiante, dal fascino fiabesco, costruito su un isolotto a poche decine di metri dalla costa. La storia millenaria del Castello della Colombaia (chiamato anche Torre Peliade o Castello di Mare) ne fa risalire la costruzione al 260 a.C. durante la prima guerra punica per mano di Amilcare Barca, grande generale cartaginese che conquistò Trapani e la trasformò in porto strategico per l’attività commerciale e militare su Mediterraneo.

Con la conquista romana della città, la torre perse il suo utilizzo militare e fu utilizzata come rifugio per le colombe messaggere. È nel Medioevo che, con gli Aragonesi dal 1280, il Castello ritorna in auge. Fu costruita la massiccia torre ottagonale e nel 1400 Carlo V la destina a difesa dalle incursioni dei pirati. Durante il periodo borbonico la Colombaia viene convertita in prigione per la sua posizione isolata, e così fu utilizzata fino al 1965. Oggi è tra i Luoghi del Cuore del Fai che insieme ad associazioni del territorio e alla Regione Siciliana si impegna al recupero integrale del monumento dopo i primi interventi di restauro dei primi anni del 2000.